Documento senza titolo
 

 
 
Nuovo Bando L. R. 77/2000 Programma di Attuazione 2018 Interventi di Sostegno Regionale alle Imprese Operanti nel Settore del Turismo

Nuovo Bando L. R. 77/2000 Programma di Attuazione 2018

Il programma operativo 2018, il cui bando deve essere ancora pubblicato sul Burat nei prossimi giorni, ha come obiettivo quello di accompagnare gli investimenti finalizzati all'aumento degli standard di qualit? e riguardano:

-         la riduzione del rischio sismico delle strutture;

-         la sostenibilità ambientale, con l'utilizzo di tecnologie per l'efficientamento energetico e la riduzione dei consumi;

-         l'accessibilità per i turisti con disabilità motorie e sensoriali;

-         il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente;

-         la diffusione della cultura della qualità, con l'acquisizione di marchi di qualità riconosciuti a livello internazionale come ISO 9001, ISO 14001, EMAS, ECOLABEL europeo, ECOWORLDHOTEL.

Il fondo messo a disposizione delle imprese turistiche abruzzesi, attraverso il rifinanziamento della legge 77/2000, che prevede interventi a sostegno delle aziende che operano nel settore, è di 11 milioni di euro.

 

ATTIVITA' AMMISSIBILI:

 

a) Strutture ricettive alberghiere:

  • alberghi con una dotazione minima di n.7 camere; servizi di ricevimento e di portineria/informazioni (hall) e una sala per uso comune (L.R. 45/1982 e ss. mm. ii.);
  • residenze turistiche alberghiere con una dotazione minima di n. 7 unità abitative costituite da uno o più locali forniti di servizio autonomo di cucina; servizi di ricevimento e di portineria/informazioni (hall) e una sala per uso comune (L.R. 45/1982 e ss. mm. ii.);
  • alberghi diffusi (L.R. n. 22/2013);

 

b) Strutture ricettive all'aria aperta:

  • campeggi (L.R. 16/2003 art. 4-5);
  • villaggi turistici (L.R. 16/2003 art. 2-3)

 

c) Strutture ricettive extralberghiere:

  • residenze di campagna (L.R. 75/2005, Titolo VII);
  • case per ferie (L.R. 75/2005, Titolo II);
  • ostelli della gioventù (L.R. 75/2005, Titolo III);
  • rifugi montani e rifugi escursionistici (L.R. 75/2005, Titolo IV);

 

d) Stabilimenti balneari con Concessione Demaniale Pluriennale e e) Parchi divertimento (DM 23 maggio 2003).

 

INTERVENTI FINANZIABILI e PREMIALITA'

La valutazione delle iniziative sarà effettuata con procedimento a graduatoria su base di punteggio pari a 100.

 

a) Strutture ricettive alberghiere, all'aria aperta e extralberghiere

a.1 Realizzazione di nuove strutture ricettive attraverso:

-  riconversione e recupero di edifici, anche mediante il completamento di manufatti edilizi, con trasformazione in strutture ricettive, ESCLUSO l'acquisto dell'immobile;

-  riattivazione di strutture ricettive, ESCLUSO l'acquisto dell'immobile;

a.2 Ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento, straordinaria manutenzione di attività esistente, già in esercizio;

b) Stabilimenti balneari;

-  Ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento, straordinaria manutenzione.

 

Gli interventi finanziabili sopra elencati possono comprendere anche operazioni relative a:

a.        Interventi finalizzati alla riduzione della classe di rischio sismico dei fabbricati (Premialità: 10 e 30 punti per la riduzione di una o più classi di rischio rispetto quella iniziale);

b.       Interventi relativi a realizzazione e riqualificazione di servizi annessi alle strutture ricettive;

c.        Interventi finalizzati a rendere o migliorare la struttura accessibile per ospiti con disabilità motorie e sensoriali (Premialità fino a 10 punti);

d.       Interventi relativi ad impianti tecnologici solo se diretto alla riduzione dei consumi di acqua potabile, energia primaria ed all'efficientamento energetico (Premialità: 5 punti)

e.       Interventi possono ricomprendere operazioni finalizzate all'acquisizione delle certificazioni di qualità ambientale e/o dell'accoglienza, quali ISO 9001, ISO 14001, EMAS, ECOLABEL europeo, ECOWORLDHOTEL (Premialità: max 8 punti da parametrare all'importanza della certificazione).

 

E' attribuita una premialità di 10 punti alle imprese il cui fatturato degli ultimi 3 anni sia integralmente derivante dall'attività turistica.

 

E' inoltre attribuita una premialità di 1 punto alle imprese:

-         Iscritte o che si impegnino a iscriversi ad una della D.M.C. (LR nr. 15/2015);

-         Aderenti o che intendano aderire al DMS/Booking regionale.

 

E' attribuita una premialità di 5 punti ai progetti ricadenti nei Comuni appartenenti al Distretto del Gran Sasso d'Italia, Distretto Turistico Majella Madre, Aree Interne ad accezione di quelli ricadenti nell'Area Basso Sangro-Trigno poichè già destinatari di una riserva ad hoc.

 

-  I programmi di investimento proposti ai sensi del presente programma possono avere quale data d'inizio quella delle SPESE SOSTENUTE SUCCESSIVAMENTE ALLA DOMANDA-

 

SOGGETTI BENEFICIARI:

 

Micro, Piccole e Medie Imprese che svolgono o che intendano svolgere attività di gestione delle strutture ricettive e gli Enti no profit che gestiscono dette strutture esclusivamente per gli associati.

Le stesse devono essere in possesso dei requisiti previsti dalla normativa specifica vigente, come sarà meglio specificato nell'Avviso pubblico.

 

INTENSITA' DELL'AIUTO

 

Per il finanziamento degli interventi previsti dal presente programma sono concessi contributi in conto capitale.

 

L'intensità degli aiuti concedibili è stabilita nella misura MASSIMA del 60% dell'investimento ammissibile (si deve indicare la % rdel contributo richiesto partendo dal 40% e aumentando di 5 punti % - 45-50-55- fino ad arrivare al 60%; ovviamente più sarà alta la % richiesta, minore sarà il punteggio attribuibile per quel criterio) e comunque non superiore a euro 150.000,00.

 

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili le spese sostenute SUCCESSIVAMENTE alla presentazione della domanda di agevolazione e consistenti in:

-  Investimenti in beni materiali:

-  Opere murarie e assimilabili;

-  Impianti tecnologici mirati alla riduzione dei consumi di acqua potabile, energia primaria ed all'efficientamento energetico: questi devono essere supportati da attestazioni di prestazione energetica (A.P.E.) relative a:

-         Analisi energetica preliminare della struttura e relativi servizi annessi;

-         Miglioramento previsto con il progetto proposto.

-  Macchinari relativi agli interventi previsti per rendere la struttura accessibile per ospiti con disabilità motorie e sensoriali.

-  Investimenti in beni immateriali:

-  Realizzazione o aggiornamento siti WEB, programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa nella misura massima del 2% dell'importo totale delle spese ammissibili.

-  Servizi di consulenza:

-  Progettazione, studi e direzione lavori nella misura massima dell'8% dell'importo delle spese ammissibili;

-  Studi, consulenze e costi dell'organismo certificatore per l'assegnazione delle certificazioni di qualità nella misura massima del 3% dell'importo totale delle spese ammissibili;

?  Relazione tecnica con asseverazione relativa alla riduzione del rischio sismico nella misura massima dell'8% dell'importo totale delle spese ammissibili;

-  Spese per la diagnosi energetica ante e post intervento, fino ad un massimo del 2% dell'importo totale delle spese ammissibili.

 

La soglia di investimento minimo ammissibile è fissata in Euro 50.000,00.

 

PROCEDURA VALUTATIVA

Le istanze di agevolazione sono istruite e valutate secondo il procedimento a graduatoria.

In caso di parità di punteggio sarà data precedenza al progetto che NON ha mai beneficiato di contributi concessi nell'ambito dei precedenti programmi della LR 77.

In caso di ulteriore parità si applicheranno i seguenti criteri:

-  Progetto che preveda la riduzione del rischio sismico;

-  Progetto che preveda interventi per la sostenibilità ambientale;

-  Progetto che preveda interventi per l'accessibilità per i turisti con disabilità;

-  Progetto che richieda il contributo minore.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

Le domande potranno essere presentate a mezzo di piattaforma informatica dalle ore 9:00 del giorno successivo alla pubblicazione dell'Avviso sul BURAT e sino alle ore 12:00 del 120mo giorno successivo alla pubblicazione (che ancora non è avvenuta e della quale vi informeremo non appena sarà possibile).

 

 

 


Torna alla pagina precedente.
Documento senza titolo
Trentino Alto Adige Friuli Venezia Giulia Veneto Marche Umbria Abruzzo Molise Valle d'Aosta Lombardia Piemonte Emilia Romagna Liguria Toscana Lazio Puglia Basilicata Campania Calabria Sicilia Sardegna
Filmati